Colpo di frusta risarcimento

Il colpo di frusta a seguito di un sinistro è ancora risarcibile? Cosa prevedono le norme
risarcimento per colpo di frusta dopo incidente stradale

nessun anticipo dei costi

esperti a tua disposizione

assistenza stragiudiziale

Indice

Il colpo di frusta prevede un risarcimento?

Una delle lesioni più comunemente patita a seguito di un incidente stradale è sicuramente il colpo di frusta. Da anni la sua risarcibilità è messa in dubbio dalle compagnie assicurative. La giurisprudenza, di pari passo, ha rivisto al ribasso i criteri di ristoro per il colpo di frusta.

Il colpo di frusta che cos’è?

Il colpo di frusta è un trauma distorsivo del rachide, principalmente a livello cervicale. I sintomi sono dolore e rigidità del collo e delle spalle, mal di testa, nausea e formicolio agli arti superiori. In alcuni casi possono insorgere anche vertigini ed acufene.

Norma e risarcimento del danno

Il colpo di frusta rientra nei parametri delle lesioni di lieve entità. Con lesioni di lieve entità si intendono i danni fisici che non superano il 9% di postumo permanente secondo i parametri medico legali di riferimento.

La norma principale per le lesioni di lieve entità nell’ambito degli incidenti stradali è contenuta nell’art. 139 del codice delle assicurazioni.

Una volta assodata la responsabilità, tutti i danni vengono risarciti solo se provati. Questo significa che non spetta alla Compagnia Assicurativa ristorare tutti i danni che può supporre che la persona abbia subito. Dovrà essere la parte lesa a fornire tutta la documentazione atta a dimostrare e quantificare i danni.

Per quanto riguarda l’ammontare economico delle liquidazioni, le tabelle di riferimento sono contenute nella legge n. 57 del 5 marzo 2001

Il risarcimento per lesioni lievi

Per le lesioni di lieve entità come il colpo di frusta spetta il risarcimento per:

  • il danno biologico permanente
  • il danno biologico temporaneo
  • le spese di cura
  • il danno morale (solo casi rari e dimostrati)

Il danno biologico permanente

Il danno biologico permanente è una lesione permanente dell’integrità psico-fisica, che si ripercuote con un’incidenza negativa sulle attività quotidiane e sugli aspetti dinamico relazionali della vita del danneggiato.

Qualora, a seguito di riscontro medico legale da cui risulti visivamente o strumentalmente accertata e dimostrata l’esistenza della lesione i parametri di riferimento prevedono una liquidazione massima del 2% per il colpo di frusta.

La liquidazione del 2% è prevista a ristoro totale del postumo permanente nel corso dell’intera vita e non per singolo evento. Per esempio, una persona ha subito un’incidente con colpo di frusta nel 2001 con liquidazione del 1%, se nel proseguio della vita subirà altri sinistri con colpo di frusta, avrà diritto alla liquidazione della sola differenza dall’1 al 2%.

Il danno biologico temporaneo

Il danno biologico temporaneo è l’inabilità temporanea assoluta o parziale ovvero è la riduzione della capacità di poter attendere alle normali attività di vita quotidiane. Nella maggior parte dei casi il colpo di frusta riguarda la liquidazione dell’inabilità temporanea parziale.

Le spese di cura

Le spese di cura sono tutte le spese sostenute, attinenti e congrue, per la cura della lesione fisica patita vengono rimborsate.

Conclusioni

In conclusione, anche se drasticamente ridotto e con l’onere di dimostrare i danni patiti in capo alla parte lesa, il colpo di frusta è ancora oggi riconosciuto. Affidandovi a Studio Intini potremo valutare al meglio il vostro caso ed assistervi per far valere i vostri diritti risarcitori. Nel caso abbiate già ricevuto un’offerta per la liquidazione dei danni potremo valutare la congruità del risarcimento gratuitamente.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

inviaci una email o chiama subito

Per informazioni compili il modulo sottostante